Feeds:
Bejegyzések
Hozzászólások

Archive for the ‘saponi’ Category

Di seguito mostriamo qualche foto degli ultimi saponi realizzati.

argilla_viola04

Argilla viola

Questo sapone  – della linea “Carezze”- contiene olio di oliva, olio di cocco, burro di karitè e olio di enotera (al nastro, assieme ad argilla viola). Non c’è profumazione. (tovább…)

Read Full Post »

sapone

Erbe Magiche (alla Calendula)

In questo periodo mentre ci stiamo occupando di portasaponi (finitura manuale – per le foto vedi post precedente), stanno stagionando gli ultimi saponi prodotti, che dovrebbero essere pronti per S. Valentino, dopo oltre un mese di stagionatura.
Nella foto qui sopra (con sullo sfondo la prima neve) si vede un sapone (facente parte della serie che chiamiamo Erbe Magiche) alla Calendula, sia nella versione “normale” che in quella per bimbi (con le faccine degli animali).
(tovább…)

Read Full Post »

Sapone allo strutto
(antefatto alla fine dell’articolo)

distributore

distributore autom. articoli per pesca

Qualche volta facciamo saponi su ordinazione. La cosa più curiosa che ci è capitata fino ad ora è stata quella di preparare un sapone al 100% di strutto per essere usato come “pastura” per pesci.
La richiesta ci è sembrata  un po’ bizzarra ma la richiedente – che voleva fare un regalo al marito pescatore – ci ha scritto  che una volta (fino ad alcuni decenni  fa, quando si usavano saponi fatti  solo con grassi animali) chi lavava i panni al fiume, spesso era circondato da pesci, in particolare siluri (Silurus glanis, ungh.: harcsa).
Noi, abituati ad utilizzare solo oli vegetali (palma escluso) abbiamo fatto una preparazione con solo strutto (naturalmente quello che si trova al supermercato, raffinato e inodore), con poco sconto della soda(*), visto che non doveva essere usato per l’igiene personale  ma eventualmente per il bucato.

sapone

sapone allo strutto appena tagliato

Ne è venuto fuori dopo la stagionatura un sapone bianchissimo e molto duro.   (tovább…)

Read Full Post »

Da un po’ di tempo ci interessiamo a problematiche inerenti lo sviluppo sostenibile.

bidoni per la raccolta condominiale

Bidoni condominiali per la raccolta differenziata

Il tema del riciclaggio dei rifiuti solidi urbani non è nuovo (*). E’ chiaro che questo trova sviluppo se si riesce (bene finora in poche “virtuose” realtà) a farlo diventare un business vero e proprio – slegato al mero trasporto dei rifiuti, alla gestione delle discariche e all’incenerimento (qui entra in gioco anche l’incentivo del CP6 in bolletta, ma è un altro discorso…).

Di picco del petrolio abbiamo accennato in un post dedicato ad un libro sul Movimento delle città di Transizione (Rob Hopkins – Manuale pratico della Transizione – il filo di Arianna).

Altro tema caldo è quello sulla decrescita, possibilmente “felice”. In tempi di crisi, creare consapevolezza su azioni da intraprendere ritenute “giuste” ad un numero sempre maggore di persone mi sembra sia una cosa buona.
In un libro (**) di Maurizio Pallante del Movimento per la Decrescita Felice (MDF), al capitolo I, si fa l’esempio dello yoghurt.  Alcuni capitoli si possono leggere sul blog di Gianni Girotto.  Viene ricordato che lo yoghurt autoprodotto  non deve essere trasportato, non richiede confezioni e imballaggi, costa il prezzo del latte, non ha conser­vanti ed è ricchissimo di batteri… (tovább…)

Read Full Post »

Il sapone naturale non ha generalmente bisogno di conservanti. La sua alcalinità inibisce la crescita di qualsiasi forma di batteri e micro-organismi dannosi.
Però se si aggiungono determinati ingredienti occorre prestare attenzione, come pure attenzioni vanno tenute per la conservazione (è importante il posto, il modo, il microclima, etc.).

oleoresina di rosmarino

Rosmarinus officinalis extract (10 ml)

Nei saponi contenenti frutta fresca, uova o latte fresco sulla superficie si possono sviluppare delle muffe (quasi sempre innocue ma sgradevoli alla vista). Non esistendo conservanti naturali efficaci in ambiente alcalino è consigliabile consumare velocemente questo tipo di saponi e conservarli in ambiente fresco e ben aerato. Eventuali muffe possono essere raschiate o lavate via prima dell’uso. In generale va detto che un sapone con additivi inerti (farine, erbe essiccate, spezie. argille, etc.) e uno sconto della soda fino all’8 per cento non ha bisogno di conservanti né antiossidanti. Anzi, se correttamente conservato, può durare alcuni anni e spesso «migliora con il tempo», eccezion fatta forse per la profumazione, che inevitabilmente diminuisce o cambia rispetto all’originale.
L’unico problema a cui può andare incontro un sapone è l’ossidazione: i suoi effetti sono odore di rancido e macchie giallastre maleodoranti. (tovább…)

Read Full Post »

aleppino

Aleppino (sapone all'olio di oliva e di alloro)

Il nome ricorda il famoso sapone di Aleppo, di cui tratteremo sotto, perché i suoi ingredienti sono l’olio di oliva e l’oleolito di alloro. Nella nostra preparazione  abbiamo utilizzato come solvente per la soda un decotto di alloro. Prima dell’uso lasciamo stagionare il sapone alcuni mesi, cosicché migliora anche in durata e schiuma. (tovább…)

Read Full Post »

Ci sono tanti ingredienti che possono essere aggiunti al sapone per  migliorarne la consistenza, la resa e l’aspetto.

gruppo di saponi naturali Nymphaea

Dalle argille ai semi, dalle farine al miele, dalle fibre di seta alle uova.
E’ importante scegliere sempre ingredienti di qualità e dosarli  con attenzione.

(tovább…)

Read Full Post »

Older Posts »

curlyfelt

Ho sognato un mondo arcobaleno

%d blogger ezt kedveli: